Archivi tag: promotori finanziari

Basta un promotore finanziario disgraziato, e una Unit Linked

Scrivo questo oggi perché stavo controllando la situazione del mio conto bancario online, e mi sono messo a pensare al passato. Non farò nomi in questo post per non fare pubblicità, né positiva (perché tanto non verrei pagato), né negativa (perché rischierei di essere denunciato).

Ero un ragazzetto di 25 anni, e da 2-3 anni avevo aperto in tutta autonomia il mio primo conto bancario, la banca era una società online di buone speranze, essendo del tutto telematica era una banca a costi completamente inesistenti (aldilà del bollo statale) ed offriva una ottima percentuale sui fondi in liquidità (il 3% circa) rispetto all’1% misero delle altre banche “in carne ed ossa”. Ne ebbi bisogno in prima istanza perché era necessario sottoscrivere un RID per pagare la mia connessione ADSL domestica, e non avevo intenzione di pesare sui genitori, ma fu una buona scelta aprire un mio conto corrente.

Allora l’unico modo per aprire un conto con questa banca era recarsi in un ufficio di promotori e effettuare tramite loro un versamento in denaro, quindi così feci; la promotrice che per mia disgrazia divenne il mio referente con la banca era una certa L. E., donna di mezza età, madre di famiglia (mi ricordo chiaramente che nella sua cartelletta teneva dei fogli disegnati e colorati da un bambino, e quindi a meno che non si trattasse di una sua morbosa ossessione, dovevano essere i “lavoretti” di suo figlio), che quasi subito provò a convincermi a “investire” in un fondo per quando sarei stato “grande”, “bastano 100 euro al mese”, ma declinai gentilmente, non capendoci nulla ma sapendo che non era qualcosa di cui avevo bisogno.

Un po’ di tempo passò, e successe che questa banca, dopo aver abbassato significativamente gli interessi sulla liquidità, iniziò a chiedere anche un canone mensile di circa 6 euro per i suoi servizi (carta di credito gratuita, bonifici gratuiti, prelievi gratuiti, ecc ecc); nulla di grave, era normale che prima o poi succedesse, sono ancora pienamente soddisfatto di questa banca e la consiglierei agli amici. Insomma, fu così che la signora L. E., assetata di provvigioni, mi convocò nuovamente nel suo ufficio per “parlare”.

Arrivato, mi venne riproposta la stessa solfa del fondo di investimento, stavolta però infarcita con una disonestissima scusa per la quale sarebbe stato conveniente attivarlo: infatti era un ottimo modo per azzerare il canone mensile della banca, che mi sarebbe stato rimborsato di volta in volta proprio perché sottoscrittore del fondo. In altre parole, fui convinto, ragazzetto ignorante di strumenti finanziari quale ero, a spendere 100 euro mensili, 1200 euro annui, perché così avrei risparmiato i 72 euro di spese della banca. Fesso io che le diedi retta, disgraziata e disonesta lei che approfittò dell’impreparazione di un ragazzetto che aveva da poco iniziato a lavorare, per spillare i suoi soldi.

Incidentalmente, quella del fondo da 100 euro mensili fu una truffa nazionalizzata proposta all’epoca da molti promotori di quella banca ai loro “clienti”, perché garantiva provvigioni che facevano ovviamente gola.

Alla data odierna, da qualche anno ho già bloccato i versamenti periodici (dopo che ho scoperto cosa fosse una polizza Unit Linked, e perché facesse tanto schifo), ma continuo a mantenere i soldi nel fondo fino a scadenza (2014 nientemeno) per evitare che mi vengano decimati per via delle draconiane penali previste; a fronte di 4600€ versati sinora, il valore di mercato non riesce ad arrivare neppure a 3300€. In altre parole, ho buttato dalla finestra 1300€, assieme agli interessi mancati che non percepirò su quel denaro a causa della gestione becera del fondo, farcita da ricchissime spese a fondo perduto, per risparmiare (l’equivalente di 10 anni di canone mensile di banca) 720 euro. Ho speso 100 per risparmiare 40, siccome secondo L. E. questa era una ottima mossa.

Il mio pensiero va a te, disgraziata d’una L. E., che qualche anno dopo hai smesso di lavorare per la mia banca (e per fortuna), ti auguro in tutta simpatia che il karma che meriti ti piova addosso in tutto il suo fulgore.

  This article has been Digiproved