Archivi tag: car battery

UPS e batteria per auto, come potenziare la riserva d’emergenza

AGGIORNAMENTO: ho scritto un altro articolo che espande e potenzia questa idea, lo trovate qui.

E’ da un po’ che avevo un UPS accantonato in un angolo, perché la batteria interna non ne voleva sapere di reggere un pc neppure per un paio di secondi; ed era da un po’ che mi ero ripromesso di comprare prima o poi da ebay o altrove una batteria di ricambio, ma desistevo sempre visti i prezzi poco invitanti; intanto il mio piccolo server domestico continuava a spegnersi occasionalmente per blackout o cali di tensione.

L’altro giorno ho trovato una batteria da macchina buttata in un angolo; in casa abbiamo alcune batterie per auto ferme e inutilizzate anche se funzionanti, che teniamo come scorta in caso dovessero servire, e sono tutte di risulta, assolutamente non nuove, ma smontate da macchine vecchie e dismesse, quindi anche se non sono vergini, si trovano in condizioni di perfetta usabilità.

car battery
Quando ho visto questo macigno mi è venuto subito in mente di vedere se era carico e funzionante, e di collegarlo all'ups fermo ormai da anni

Teoricamente, la batteria per macchina è da 12V, si tratta pur sempre di un accumulatore al piombo, e quindi non dovrebbe esserci alcuna limitazione al suo uso in abbinamento ad un normale UPS per computer, ma mi sono documentato per sicurezza su diversi siti, ed ho visto che effettivamente controindicazioni non ne esistono (in realtà le batterie per auto sono fatte apposta per sostenere assorbimenti anche elevati ma occasionali e di breve durata, ed essere ricaricate molto spesso, e questo coincide quasi sempre con lo schema di uso di un UPS), ma potrebbe, in teoria, forse, esserci un minimo rischio di emissione di vapori tossici, correlato alla presenza di acido dentro la batteria; in altre parole non succede assolutamente nulla, ma sarebbe consigliabile che il sistema si trovasse in un locale non di soggiorno, e/o ben arieggiato; al massimo, si può tenere l’UPS vicino al pc, ed avere un cavo esterno abbastanza lungo per collocare la batteria in un ambiente diverso; nel mio caso il locale del server non è molto vissuto, e quindi non ci sono questi problemi.

Dopo aver rimosso i morsetti dalla batteria semimorta, ho collegato due cavi (meglio se sufficientemente spessi) ai morsetti stessi, ed isolato il tutto con una pistola per colla a caldo (la migliore amica dell'uomo)
ups battery cables outlet
Ho deciso di far uscire i cavi della batteria dal pannello frontale, siccome quello posteriore era già sovraffollato di prese a 220V, quindi ho fatto un buco con un dremel e bloccato con colla a caldo
car battery homemade contacts
Ho usato una piccola staffa metallica per ricavare due molle ad anello collegate ai cavi, isolati con colla a caldo, per essere agganciate poi sui poli della batteria, il risultato non sarà bellissimo ma è perfettamente funzionale
ups car battery setup
Questo è l'aspetto finito, la larghezza della batteria è pressappoco pari a quella dell'UPS, quindi si accoppiano abbastanza bene assieme; avrei potuto trovare dei cavi più lunghi (vanno benissimo anche quelli per l'impianto della 220V), per posizionare la batteria in un altro ambiene più sicuro, o al massimo anche fuori casa

Il sistema funziona perfettamente: laddove con la vecchia batteria, appena staccata la corrente il pc si spegneva immediatamente, con questo accrocco avviene correttamente il passaggio all’alimentazione a batteria; non ho testato l’autonomia totale, siccome francamente non mi interessa (e non voglio stressare inutilmente la batteria riducendone la vita residua), visto che i blackout sono al massimo di qualche minuto, ma stimo che dovrebbe poter durare tra i 30 ed i 60 minuti.

Un dettaglio degno di nota: appena collegata la batteria nella fase di test, anche se era completamente carica, l’UPS non voleva accendersi, e pensavo che ci fosse un problema nel sistema, ma nulla di più falso, infatti semplicemente il mio UPS non si accende “a freddo”, cioè deve essere collegato ad una tensione funzionante di 220V per avviarsi per la prima volta (una cosa piuttosto sciocca a mio parere), ma se il vostro ha lo stesso problema, semplicemente provate a collegarlo alla 220V per avviarlo, prima di darvi per vinti.

This article has been Digiproved